10 febbraio 2014

CROCI E PATINA

In questo post vi avevo fatto vedere il risultato di una mia distrazione: dimenticando dei pezzi di lamina in un vasetto, sotto i fumi dell'ammoniaca, avevo involontariamente ottenuto una bellissima patina azzurra. Ovviamente mi ci sono affezionata ed ho provato a ripetere la stessa procedura durante la realizzazione di questo nuovo paio di orecchini a forma di croce, ed ecco i risultati su tre prove:


Anche questa volta volta ho imparato qualcosa, perché "dimenticarmi" dei vasetti e riaprirli dopo qualche giorno non è stato abbastanza. Infatti al primo giro la patina azzurra non c'era, la lamina era diventata solo un po' scura ed ho capito con le altre due prove che questo è dipeso dall'intensità del liquido, che dopo un po' di permanenza nel vaso si indebolisce diventando meno aggressivo. E' divertente quindi giocare anche con i tempi e i materiali, influenzando a piacimento le reazioni sul metallo. Giocando si impara :)


Ho assemblato gli orecchini nonostante i pezzi di lamina fossero di diversi colori, così posso mostrarvi una versione pimpante, una versione vintage e una via di mezzo tra le due! I rivetti sono in argento sterling, le monachelle in rame rivestito sempre in argento sterling. Naturalmente penso sempre alla nostra salute e rivesto il metallo con della cera affinchè gli ossidi non vengano a contatto con la pelle. Eccoli indossati:


Buona settimana a tutti, ciaoooo a presto! :) 
Nadia